La leggenda delle bambole del Latemar

C'erano una volta dei giovani pastori. Un giorno si avvicinò loro un vecchio che aveva perso il suo coltello...

Panorami, Viaggi

alto adige  autunno  bambole  carezza  lago di carezza  latemar  nebbia  panorama  sudtirol 

La leggenda delle bambole del Latemar

Lago-Carezza-011113-24mmLago di Carezza tra le nuvole.

C'erano una volta dei giovani pastori. Un giorno si avvicinò loro un vecchio che aveva perso il suo coltello. I ragazzini gli assicurarono di non aver trovato il coltello e si misero a cercarlo. Il vecchio se ne andò.

Minega, la più piccola, tornando a casa notò nell'erba il bel coltello con il manico d'oro. Raggiunse il vecchio che era felicissimo di aver ritrovato il coltello. Minega potè esprimere un desiderio. Voleva una bambola. Per strada raccontò la sua avventura ad una forestiera che disse: "Che bambina fortunata che sei. Il vecchio è molto ricco e ha, oltre alle bambole con vestiti di seta, anche bambole con vestiti di broccato con le corone d'oro. Se domani dovesse presentarti solfato le bambole con i vestiti di seta, non devi accontentarti, ma devi dire "Pope de preda con strazze de seda ste lì a cardar el Latemar!".

Il giorno dopo Minega e gli altri pastorelli si recarono al Latemar e udirono in alto uno strano rumore. Appena la bambina recitò il verso, in cielo si aprì un pesante portone ed improvvisamente uscì un corteo di bambole che si irrigidirono e si trasformarono in pietra.

Ancora oggi si possono vedere gli spendisi vestiti colorati delle bambole di seta brillare alla luce del sole.

Latemar-bambole-011113Lago di Carezza tra le nuvole.

Latemar e lago di Carezza, 01 novembre.

Vedi album nel lightbox.

MDR_6450Lago di Carezza tra le nuvole.

Categories: Panorami, Viaggi

alto adige autunno bambole carezza lago di carezza latemar nebbia panorama sudtirol

Share: Twitter Facebook Pinterest Tumblr Google+